Benvenuto

 

EVANGELIZZAREBENVENUTI!!!!!

Carissimi, la nostra società sta passando un periodo di austerità. Non possiamo più pensare come sempre. Forse, tutto ciò non è del tutto negativo, infatti abbiamo bisogno oggi, più che mai, di puntare all’essenziale. Se guardiamo la storia della Chiesa e della società, nei periodi più bui della storia, l’uomo è tornato all’essenziale. Allora non pensiamo in negativo. Ringraziamo Dio che ci ha fatto star bene, veramente bene. Ora vogliamo ringraziarLo perché ci vuol far star bene dentro di noi. La storia, il Vangelo, Papa Francesco ci invitano a guardare all’essenziale. Facciamone tesoro, possiamo ugualmente crescere bene, con attenzione vera ai vicini, non solo quelli che conosciamo, ma tutti. Tutti infatti abbiamo bisogno del prossimo, come noi stessi abbiamo bisogno degli altri. Continuiamo, pertanto, il nostro cammino, non guardiamo indietro. E’ Dio che conduce la storia e ci sa fare veramente. Fede significa affidarsi a Lui totalmente. Rinnoviamo la nostra fede, iniziamo con gioia e impegno il nuovo cammino, guardando Gesù come centro della storia e del mondo. Non possiamo farne a meno. Maria ci accompagni con la Sua protezione e ci doni ogni giorno il Suo figlio Gesù.

Don Franco Pranzetti (Assistente Ecclesiastico)

*      *      *      *      *

Cari amici, voglio condividere con voi un passo del messaggio di Papa Francesco per la Giornata del Malato 2015; queste parole incarnano il senso del nostro servizio e devono essere monito e motivo di riflessione per la nostra vita associativa: “Il tempo passato accanto al malato è un tempo santo. È lode a Dio, che ci conforma all’immagine di suo Figlio, il quale «non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti» (Mt 20,28). Gesù stesso ha detto: «Io sto in mezzo a voi come colui che serve» (Lc 22,27). Chiediamo con viva fede allo Spirito Santo che ci doni la grazia di comprendere il valore dell’accompagnamento, tante volte silenzioso, che ci porta a dedicare tempo a queste sorelle e a questi fratelli, i quali, grazie alla nostra vicinanza e al nostro affetto, si sentono più amati e confortati”. Buon pellegrinaggio.

Vincenzo Cannelli (Presidente di Sottosezione)

I commenti sono chiusi.